• kenburns1
    SEMINARI TEMATICI SPICO-SANITARI
    COMPRENSIONE E GESTIONE DEI DISTURBI D'ANSIA
    SABATO
    11 NOVEMBRE
    ORE 9.00 / 13.00
    OSPEDALE UMBERTO PARINI AOSTA
    SALA FORMAZIONE 4° PIANO
  • kenburns1
    “Giù le mani!!”
    I risvolti psicologici della vittima di abuso e aspetti psichici dell’aggressore.
    Un incontro aperto per aumentare la conoscenza e sostenere la prevenzione.
  • kenburns1
    FESTIVAL PSICOLOGIA 2017
    NOVEMBRE 2017
  • kenburns1
    "IL SAGITTARIO"
    Rivista scientifica
    CONTRIBUTI DI:
    PSICOLOGIA CLINICA
    PSICOLOGIA DEL LAVORO
    PSICOLOGIA GIURIDICA
    PSICOLOGIA DELLA RELIGIONE
    PSICOTERAPIA
    PSICHIATRIA
    PSICOLOGIA DELLE ARTI
    FILOSOFIA
    PEDAGOGIA
    SOCIOLOGIA
  • kenburns1
    AMORE E PSYCHE
    Percorsi di psicoterapia

    Individual-psicologica

    DI LINO GRAZIANO GRANDI

    Un antico adagio recita:
    chi meno conosce, ha meno bisogno di conoscenza.
    Si rifugia pertanto nella tecnica;
    meglio, nel tecnicismo.

  • kenburns1
    OPEN DAY
    28 gennaio 2017 “Teoria e prassi della psicologia individuale I e II”
    18 Febbraio 2017 "Giornata sul DSA"
    3 Marzo 2017 "Supervione"
    6 Maggio 2017 “L’ambiente psicologico nella costruzione dello stile di vita”
    22 Settembre "Psicologia Individuale ed età evolutiva"

CONTINUA SU GALLERIA



SCUOLA ADLERIANA DI PSICOTERAPIA

La Scuola Adleriana di Psicoterapia è un’Associazione culturale, nata su proposta dell’Istituto di Psicologia Individuale “A. Adler”, del Centro Studi di Psicologia Applicata “G. P. Grandi”, del C.E.S.P.E.S.-Psicologia Applicata di Reggio Emilia e di altre Associazioni aventi sede nel territorio nazionale ed europeo. In linea con la tradizione culturale e didattica della Scuola di Formazione in Clinica Psicologica, attivata in Piemonte nel 1980, la Scuola opera attualmente con la denominazione di Scuola Adleriana di Psicoterapia secondo il modello teorico e formativo sancito dal riconoscimento ministeriale del 29/09/1994. La Scuola interagisce e collabora con Istituti e Associazioni culturali nazionali e internazionali ed in particolare con l’International Association of Individual Psychology (I.A.I.P.) e con la Società Italiana di Psicologia Individuale (S.I.P.I.). Ai fini dell’attività di tirocinio, la Scuola si avvale dei Servizi sociali e sanitari degli Enti Locali e di alcuni Servizi privati accreditati. La Scuola Adleriana di Psicoterapia ha ottenuto in data 12.05.06 la Certificazione di Qualità numero 9175.SADP. Conforme UNI EN ISO 9001:2008.



PUBBLICAZIONI:
"Il Sagittario"



La Scuola Adleriana, grazie agli interventi ed alle ricerche di docenti e allievi, collabora con l'Istituto Adler per la pubblicazione semestrale della rivista scientifica "Il Sagittario", approfondimento psico-culturale di tematiche scientifiche, sociologiche e filosofiche. La rivista è distribuita in 1500 copie.



Leggi...

CHI SIAMO


La Scuola di Psicoterapia a indirizzo psicodinamico - adleriano prepara gli allievi a svolgere la professione di psicoterapeuta a livello individuale per gli adulti, a livello individuale per l'età evolutiva (infanzia e adolescenza) e a livello di gruppo. La Scuola di Psicoterapia offre anche l'opportunità di effettuare una esperienza formativa nei gruppi di terapia. Prepara inoltre gli allievi ad effettuare accurate psicodiagnosi (con l'ausilio di test proiettivi e attitudinali) e a elaborare il progetto psicoterapeutico individualizzato con i criteri della Psicologia Individuale Comparata. In particolare la formazione è rivolta verso le tematiche relative alla psicologia del profondo e saranno trattati temi riguardanti le teorie psicodinamiche (inconscio, preconscio, conscio, strutture di personalità, progetto terapeutico, psicopatologia psicodinamica, sogni, ecc.)



La specializzazione



Il diploma rilasciato, valido per l'iscrizione nell'elenco degli psicoterapeuti, è equipollente al titolo di Specializzazione Universitario. La durata del corso della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia è quadriennale. La preparazione alla pratica clinica si attua attraverso l'uso di metodi e tecniche didattiche mutuate dalla pratica clinica e promosse nell'ambito della formazione: gruppo di supervisione analitica dei casi, formazione individuale, laboratori clinici. La Scuola di Psicoterapia ha una sede a Torino e una a Reggio Emilia. Le iscrizioni sono aperte da marzo di ogni anno fino ad esaurimento del numero di posti disponibili.


PIANO DIDATTICO

Articolati nel piano di studi quadriennale secondo le seguenti aree di interesse:
Epistemologia generale ed epistemologia interna della psicologia
Psicodiagnostica e tecniche di indagine della personalità
Psicopatologia clinica
Metodologia del trattamento: a livello individuale per gli adulti, a livello individuale per l'età evolutiva, a livello di gruppo


METODOLOGIA: Esposizione –frontale- dei principi fondamentali delle teorie psicologiche di riferimento. Confronto con gli allievi su detti principi teorici e collegamento con altre teorie di riferimento sia quelle psicodinamiche che altre. Presentazione di casi clinici portati dai docenti o dai tutor o dagli allievi e confronto. L’obiettivo, oltre alla conoscenza teorica, è quello di favorire una dinamica di gruppo che aiuti gli allievi a sentirsi partecipi del processo formativo individuale e di gruppo; di aiutarli alla cooperazione e all’attenzione all’altro.



I ANNO

  • Teorie della personalità I
  • Psicologia generale
  • Scale di intelligenza
  • Rorschach I livello
  • Test Carta e Matita
  • Il colloquio clinico - esame obiettivo
  • Psicopatologia Clinica
  • L'ambiente psicologico nella costruzione dello stile di vita
  • Insegnamenti caratterizzanti
  • Teoria e prassi della Psicologia Individuale I e II
  • Psicologia Individuale ed età evolutiva

II ANNO

  • Teorie della personalità II
  • T.A.T.
  • Psicodiagnostica Infantile
  • Wartegg
  • Rorschach II livello
  • Psicodiagnostica
  • Psicosessuologia
  • Nozioni di Neuropsicofarmacologia
  • Clinica psicodinamica
  • Insegnamenti caratterizzanti
  • Trattamento analitico delle nevrosi: principi e indicatori

III ANNO

  • Teorie della personalità III
  • Fondamenti di Psicologia Analitica
  • Fondamenti di Psicoterapia dell'età evolutiva
  • Progetto Terapeutico
  • Teoria e tecnica in psicoterapia
  • Teorie della mente
  • Elementi di psicopatologia clinica
  • Insegnamenti caratterizzanti
  • Trattamento analitico delle nevrosi: principi e indicatori
  • Teoria e prassi della Psicologia individuale III

IV ANNO

  • Teorie della personalità IV
  • Psicoterapia e religione
  • Psicopatologia psicodinamica
  • Psicoterapia dell'età evolutiva
  • Coppia coniugale e coppia genitoriale:interferenze nelle dinamiche famigliari
  • Psicoterapia cognitivo comportamentale
  • Psicoterapia breve
  • Insegnamenti caratterizzanti
  • Psicoterapia analitica delle psicosi
  • Teoria e prassi della psicologia individuale IV

Formazione

PRATICA

Si attua attraverso la partecipazione ai laboratori, alla supervisione (individuale, di piccolo gruppo e di classe) nonché agli affiancamenti gestiti dai Formatori presso le sedi della Scuola o in collaborazione con altri Istituti.


Supervisione

INDIVIDUALE

Gli allievi sono seguiti da un tutor individuale con cui programmano il percorso formativo, seguono in iter. Il tutor fa da tramite fra l'allievo e la Scuola, fra l'allievo ed il tutor di tirocinio, fra il tutor di tirocinio e la Scuola. Il tutor accompagna l'allievo durante tutto il percorso di specializzazione per quanto riguarda sia la crescita personale che formativa.


Supervisione

IN PICCOLO GRUPPO

I piccoli gruppi sono supervisionati dai rispettivi tutor dell'anno di frequenza. Vengono presi in considerazione i casi che gli allievi affrontano durante il tirocinio o casi che porta il tutor. L'obiettivo principale è il confronto fra gli allievi come momento formativo e di crescita personale e professionale. Nelle supervisioni in piccolo gruppo vengono anche approfondite alcune tematiche dei seminari seguiti dagli allievi per i quali vengono redatti degli approfondimenti valutati in ore teoriche.


Supervisione

DI CLASSE

Durante le supervisioni di classe si riprendono tematiche relative ai seminari svolti; essenzialmente quelle tematiche che meritano approfondimento e chiarificazione. L’obiettivo del conduttore della supervisioni è rivolto alla costruzione del GRUPPO, alla gestione delle dinamiche del Gruppo stesso e all’elaborazione delle interrelazioni che si creano tra gli allievi. Si affrontano altresì discussioni su casi che gli allievi incontrano nelle ASL con particolare attenzione ai loro vissuti nei confronti degli utenti che incontrano. Si utilizzano spesso esercitazioni finalizzate alla formazione e all’acquisizione dell’Habitus relativamente al ruolo dello psicoterapeuta.


  1. LABORATORI CLINICI: I laboratori permettono di condividere e confrontare le esperienze di apprendimento. Si caratterizzano per la loro impronta essenzialmente pratica, basata sulla discussione delle esperienze cliniche e su esercitazioni di casi concreti. Questo permetterà agli allievi di effettuare il necessario collegamento tra la teoria appresa nei seminari e la prassi sperimentata nel tirocinio.
  2. AFFIANCAMENTO: Lo specializzando può contare su di una rete di rapporti consolidati fra la Scuola e il sistema psico-socio-economico e con Istituzioni nazionali ed internazionali di assoluto prestigio e, potrà arricchire il percorso formativo con esperienze “sul campo” in affiancamento a psicoterapeuti nell’ambito di progetti e/o di ricerche scientifiche.

TIROCINIO

È svolto presso accreditate Istituzioni pubbliche e private dove si svolga psicoterapia e ci sia un tutor –psicologo/psicoterapeuta- che supervisioni l’operato del tirocinante. Il Formatore della Scuola mantiene i contatti con il tutor dell’allievo al fine di monitorare il suo processo formativo. Per poter svolgere il tirocinio, lo specializzando dovrà essere iscritto all’Albo degli Psicologi o all’Ordine dei medici

STRUTTURE CONVENZIONATE
Con la sede di Torino e Reggio Emilia In Torino e provincia


ASL TO1-TO2 - TO3 - TO4 TO5

A.O-U. Città della Salute e della Scienza di Torino

ENTI:

Soc. Coop. Sociale Centro Torinese di Solidarietà onlus Fondazione Onlus FARO

Studio Ass. “Pharus-Centro di Psicologia Clinica e Formazione Professionale”

Casa di Cura San Giorgio


In Piemonte:

ASL CN1 – CN2 - ASL AL – ASL VC

A. O U Maggiore della Carità di Novara

Ospedale Santa Croce e Carle (CN)

A. O. Nazionale SS. Antonio e Biagio e C. Arrigo (AL)


Altre regioni:

USL Valle d’Aosta

Coop Sociale Les Aigles- Loc. Bellon 9 Aosta

ASL 2 SAVONESE – ASL 3 GENOVESE – USL PESCARA

Casa famiglia per minori “Il fiore del deserto” Roma

Consultorio “G. Scarpellini”, Bergamo

ASREM Azienda Sanitaria Regione Molise

Az Ospedaliera “Carlo Poma” Mantova

Az Ospedaliera Arcispedale S.Maria Nuova (RE)

Az Ospedaliera Universitaria di Parma

Az Ospedaliera Universitaria S.Orsola-Malpighi Bologna

USL di Bologna - USL di Piacenza

USL di Ferrara - USL di Ravenna

Azienda per i Servizi Sanitari n°4 “Medio Friuli”

CEIS Centro di Solidarietà di Reggio Emilia

Ed altre...

Ammissione

ALLA SCUOLA

Al primo anno sono ammessi un massimo di 20 allievi per la sede di Torino e di 20 allievi per la sede di Reggio Emilia. A norma dell'art.3 della legge 56/89 possono presentare domanda di ammissione i laureati in Psicologia o in Medicina e Chirurgia, in possesso dell'abilitazione alla professione. Possono anche essere ammessi i predetti laureati purchè conseguano il titolo di abilitazione entro la prima sessione utile successiva all'effettivo inizio dei corsi. Le domande saranno accolte fino ad esaurimento dei posti disponibili. Alla domanda devono essere allegati:


  1. Certificato di laurea, con menzione degli esami sostenuti
  2. Curriculum, titoli di studio, scientifici e di lavoro documentati
  3. Certificazione delle esperienze analitiche individuali o di gruppo pregresse o in corso
  4. Eventuale certificato di iscrizione all’Albo
  5. Foto tessera

Iscrizione

alla scuola

È annuale e implica, per l'anno accademico, il pagamento della quota di frequenza (€ 3.000) comprensiva di tutte le ore di Scuola previste dai programmi e dell'assicurazione per infortuni e responsabilità civile presso le sedi dei tirocini; la partecipazione a convegni, congressi, seminari aggiuntivi consigliati e approvati dalla Scuola (e quindi annoverabili nel monte ore) è da intendersi a carico dell'allievo.


  1. L'iscrizione al primo anno prevede un parziale anticipo della prima rata al momento dell'iscrizione (€ 500)
  2. Il pagamento potrà essere effettuato in due rate: la prima rata dovrà essere versata entro il 31 gennaio (€ 1.500); la seconda rata entro il 31 maggio (€ 1.500). Possono anche essere concordate modalità di pagamento personalizzate.
  3. La tassa per la discussione della tesi è di € 260
  4. L'ammissione agli esami di fine anno ed alla discussione della Tesi di specialità è subordinata alla regolarità del percorso di frequenza e del corretto espletamento degli oneri amministrativi

Durata

CORSI

Hanno durata quadriennale per almeno 500 ore complessive annuali.


  1. L'ammissione agli anni successivi è subordinata alla valutazione del profitto, della partecipazione e della maturazione delle attitudini nonché alla frequenza pari a non meno dei 4/5 delle ore previste per ciascun punto del programma formativo
  2. Il passaggio ad ogni anno successivo comporta inoltre un esame orale e la presentazione di un elaborato scritto di argomento clinico nonché di cartelle cliniche di diagnosi e terapia
  3. La Scuola rilascia un Diploma di Specializzazione in Psicoterapia ad indirizzo adleriano, valido a tutti gli effetti di legge per l'iscrizione all'Elenco degli Psicoterapeuti, equipollente al titolo di Specializzazione universitario
  4. Il diploma è concesso una volta espletati i quattro anni di corso e superati gli esami teorico-pratici che caratterizzano ogni anno
  5. È prevista la presentazione e discussione di una tesi finale su di un tema di clinica psicoterapeutica concordato con un Docente della Scuola

Radici Teoriche

Il modello teorico che orienta le attività formative si ispira alla Psicologia Individuale Comparata di Alfred Adler. La teorizzazione Freudiana trova nella dottrina di Adler un radicale ed efficace superamento. Pur permanendo nell'ambito delle "psicologie del profondo", acquisita la dimensione individuale, conscia e inconscia, Adler sottolinea la rilevanza del "sociale". La dottrina di A. Adler si definisce come "psicologia individuale comparata": individuale da "individuum", a sottolineare l'unità indivisibile dell'essere umano (principio dell'unità biopsichica mente-corpo); comparata in quanto l'uomo non può prescindere da un continuo rapporto dialettico di confronto e di interazione con gli altri. L'attenzione continua all'altro -centralità del paziente- e ai processi di cambiamento sociale connota la formazione del terapeuta adleriano. L'intera formazione adleriana del terapeuta si sviluppa ponendo in primo piano il sentimento sociale. L'analisi dei pazienti viene considerata come rapporto paritario, seppure con ruoli ben definiti. Il terapeuta si propone come colui che mette a disposizione dell'altro le sue conoscenze e la sua esperienza, utilizzando le tecniche apprese per un approccio metodologicamente corretto alla patologia che viene ogni volta considerata e affrontata (grazie anche all'utilizzo delle tecniche più aggiornate).


MODELLO FORMATIVO

La formazione dello psicoterapeuta è un processo di progressiva integrazione di nozioni teoriche, di competenze operative e di capacità relazionali che portano a essere in grado di operare come psicoterapeuti. Il processo si sviluppa lungo le tre direttrici classiche della formazione, a cui gli allievi della Scuola sono indirizzati nei diversi momenti del programma formativo. Le ricordiamo qui di seguito come aree distinte che, nella pratica, hanno continue interrelazioni.


  • Area del sapere: riguarda l’acquisizione delle conoscenze teoriche e di teoria della tecnica psicoterapeutica. Il sapere psicoterapeutico è trasmesso nei Seminari e approfondito con lo studio personale.

  • Area del saper fare: si sviluppa nelle esperienze con i pazienti che s’incontrano durante il Tirocinio. Nelle psicoterapie con i pazienti gli allievi mettono in pratica le conoscenze acquisite; le sedute sono supervisionate per verificare la corretta applicazione delle nozioni apprese e correggere gli eventuali errori.

  • Area del saper essere: rimanda alla gestione della comunicazione emotiva nella relazione con il paziente. Una buona gestione richiede che lo psicoterapeuta abbia acquisito un’adeguata conoscenza del proprio mondo interiore e delle relative risonanze emotive. Questa parte della formazione è curata nelle supervisioni e nell’analisi personale.


  • L’insieme delle competenze che progressivamente maturano nelle tre aree porta a essere capaci di impostare, gestire e concludere con efficacia un rapporto psicoterapeutico.


    DOCENTI / FORMATORI

    Annamaria Bastianini
    Enrico Borla
    Annarita Carena
    Antonina Calligaris
    Stefania Caudana
    Francesca Di Summa
    Francesca Dogliani
    Andrea Ferrero
    Franco Freilone
    Enrica Fusaro
    Emanuela Grandi
    Lino G. Grandi
    Gian Piero Grandi
    Stefano Guarinelli
    Gian Sandro Lerda
    Teresio Minetti
    Silvia Ornato
    Paola Perozzo
    Monica Piccoli
    Giuseppe Ruggeri
    Regina Rodriguez
    Leonardo Scarzella
    Simonetta Vegro
    Fabio Veglia
    Giulia Caffaro
    Mirella Morcinelli
    Luca Fabio Malimpensa
    Elisa Tenti
    Patrizia Luparia
    Meri Madeo

    Scuola Adleriana di Psicoterapia - Sede di Torino